Il market cap delle criptovalute ha recuperato 100 miliardi di dollari in un giorno mentre il bitcoin si avvicina a 56.000 dollari. Ethereum è balzato sopra i 2.300 dollari, mentre Binance Coin è salito del 20% a oltre 600 dollari.

Con più notizie positive in termini di adozione delle criptovalute provenienti da due grandi aziende solo ieri, il Bitcoin Future ha recuperato dal suo tuffo a 53.500 dollari ed è attualmente vicino a 56.000 dollari. Tuttavia, la maggior parte delle altcoin ha registrato guadagni più alti e ha ridotto il dominio di BTC sul mercato a poco più del 50% – il più basso degli ultimi due anni.

Bitcoin pompa sulle notizie di adozione delle criptovalute

La principale criptovaluta ha sofferto domenica con un massiccio crollo dei prezzi di oltre 9.000 dollari in poche ore. Nonostante il rimbalzo e la riconquista di diverse migliaia di dollari di valore nei due giorni successivi, il BTC non è riuscito a salire oltre i 58.000 dollari.

Ieri sembrava un’altra giornata ribassista, dato che il bitcoin è sceso ad un minimo di 53.500 dollari. Tuttavia, prima si è diffusa la notizia che il servizio di pagamento mobile di PayPal, Venmo, ha permesso alla sua base di utenti di oltre 70 milioni di persone di acquistare, vendere e conservare beni digitali.

Poco dopo, sono emersi rapporti che indicano che il grande fornitore di spazi di lavoro flessibili, WeWork, inizierà ad accettare diverse criptovalute per i pagamenti.

Queste pietre miliari significative per l’intero ecosistema crittografico hanno spinto il bitcoin verso l’alto. L’asset ha aggiunto più di 3.000 dollari di valore e ha raggiunto un picco di poco più di 57.000 dollari. Tuttavia, BTC si è leggermente calmato da allora e attualmente si trova appena sotto i 56.000 dollari.

Vale la pena notare, però, che questa pompa di prezzo ha aiutato la capitalizzazione di mercato di bitcoin a reclamare l’ambita etichetta di 1 trilione di dollari. Al contrario, però, le altcoins hanno dipinto guadagni più sostanziali nelle ultime 24 ore e hanno ridotto il dominio di BTC a circa il 50,5%.

ETH sopra i $2,3K; BNB a nord di $600

Anche la maggior parte delle monete alternative non ha goduto degli ultimi giorni. Un’eccezione è stata Dogecoin che stava cavalcando in alto in previsione del DogeDay del 20 aprile. Tuttavia, DOGE non è riuscito a riaffermare la sua impressionante performance ed è sceso del 20% oggi.

Al contrario, il resto degli alts a maggiore capitalizzazione sono ben in verde. Ethereum è salito del 10% fino a superare i 2.300 dollari. Solo pochi giorni fa, ETH era sceso a 1.950 dollari. Ripple (12%), Cardano (8%), Polkadot (5%), Uniswap (9,5%), Litecoin (7%) e Chainlink (7,5%) sono anch’essi balzati in alto.

Binance Coin, tuttavia, è il guadagno più significativo qui. BNB è salito di oltre il 20% su una scala di 24 ore e scambia a nord di 600 dollari. Durante il crollo del mercato di domenica, BNB era sceso a 440 dollari.

Celo è quello che è salito di più da ieri, con un aumento del 70% a 6,6 dollari. Seguono Horizen (35%), PancakeSwap (27%), Enjin Coin (21%), Waves (20%), Reserve Rights (18%), Dent (16%), Bitcoin Gold (14%), Theta (13%) e Siacoin (13%).

Il market cap totale ha recuperato circa 100 miliardi di dollari dal minimo di ieri e supera i 2 trilioni di dollari.

Comments are closed.